Corso DIDATTICA DELLA MUSICA con curvatura in Comunicazione musicale (biennio)

Pannello di gestione del corso per l'A.A. 2020/2021

Nome inglese
MUSIC IN EDUCATION (MUSICAL COMMUNICATION)  
DCPL
21  
Dipartimento
Didattica della Musica  
Descrizione
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in DIDATTICA DELLA MUSICA gli studenti avranno acquisito competenze didattico pedagogiche, psicologiche, antropologiche e metodologiche musicali funzionali alla realizzazione concreta della propria personalità artistica ed elevato livello professionale che consenta loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici; una piena padronanza degli strumenti pedagogici e psicologici fondamentali, delle principali tecniche strumentali e vocali finalizzate alla didattica, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti; capacità di comporre musiche in vari ambiti, stili e con una cifra distintiva e personale, nonché di sviluppare ulteriormente autonomamente le proprie inclinazioni finalizzandole all’ambito didattico; di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per sviluppare le attitudini artistiche musicali degli studenti; di operare creativamente anche utilizzando le nuove tecnologie; di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici e didattici; di intraprendere in modo organizzato progetti artistici e didattici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche, del mondo produttivo o della scuola.  
Direttore Corso
M° Luciano Borin  
Durata
2 anni  
Requisiti di ammissione
Per essere ammessi ad un corso di diploma accademico di secondo livello è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione uno dei titoli elencati di seguito:
- diploma di conservatorio dell'ordinamento previgente (congiuntamente al diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo)
- diploma accademico di primo livello
- titolo accademico di primo livello conseguito all'estero
- laurea dell'ordinamento previgente
- laurea triennale
- laurea conseguita all'estero.
E' ammessa l'immatricolazione con riserva se il titolo richiesto sarà conseguito entro l'ultima sessione dell'anno accademico precedente a quello di immatricolazione.  
Requisiti di ammissione (inglese)
To be admitted to a second level academic diploma course, one of the qualifications listed below must be held upon enrollment:
- Conservatory diploma from the previous system (together with the high school diploma or another qualification obtained abroad and recognized as suitable)
- first level academic diploma
- first level academic qualification obtained abroad
- degree of the previous system
- three-year degree
- degree obtained abroad.
Enrollment is allowed with reserve if the qualification required will be achieved within the last session of the academic year preceding that of enrollment.  
Modalità esame di selezione
- Verifica delle competenze didattico/pedagogiche e musicali precedentemente acquisite
- Prova esecutiva della durata di almeno 20 minuti (programma a scelta) per l'accesso al biennio con lo strumento/voce richiesto.
- Colloquio motivazionale  
Debiti attribuibili
Agli studenti che siano in possesso di diplomi di I livello o lauree diverse dallo strumento richiesto saranno verificate all’esame di ammissione, oltre alle capacità tecnico-esecutive, un’adeguata preparazione nelle materie oggetto di studio dei trienni di I livello. Potranno pertanto essere attribuiti debiti formativi  
Obiettivi formativi
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in DIDATTICA DELLA MUSICA gli studenti avranno acquisito competenze didattico pedagogiche, psicologiche, antropologiche e metodologiche musicali funzionali alla realizzazione concreta della propria personalità artistica ed elevato livello professionale che consenta loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici; una piena padronanza degli strumenti pedagogici e psicologici fondamentali, delle principali tecniche strumentali e vocali finalizzate alla didattica, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti; capacità di comporre musiche in vari ambiti, stili e con una cifra distintiva e personale, nonché di sviluppare ulteriormente autonomamente le proprie inclinazioni finalizzandole all’ambito didattico; di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per sviluppare le attitudini artistiche musicali degli studenti; di operare creativamente anche utilizzando le nuove tecnologie; di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici e didattici; di intraprendere in modo organizzato progetti artistici e didattici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche, del mondo produttivo o della scuola.  
Modalità di riconoscimento
dell'apprendimento pregresso
Non possono essere ammesse, al fine del riconoscimento di crediti formativi accademici (CFA), attività svolte in livelli diversi rispetto quello per cui si chiede il riconoscimento. Per esempio, le attività svolte nei corsi della fascia pre-accademica, non possono essere riconosciute come crediti per chi frequenta il triennio di primo livello. Analogamente, le attività (corsi, laboratori etc.) svolte nel Triennio, non possono essere riconosciute come crediti al Biennio di secondo livello.
La frequenza a discipline previste per il biennio ma disponibili anche come Corsi singoli e quindi aperte alla frequenza di studenti del triennio, non possono produrre una duplice assegnazione di CFA (p. es. “Fondamenti di Storia e Tecnologia dello strumento” è una disciplina che, sebbene prevista nel Biennio, è aperta alla frequenza di studenti del triennio. Se per tale frequenza viene richiesta, da parte dello studente del triennio l’assegnazione di CFA per attività libere a scelta dello studente, lo studente medesimo non potrà, una volta iscritto al biennio, richiedere il riconoscimento della frequenza svolta. In buona sostanza, la frequenza ad una disciplina non può generare per due volte il riconoscimento di CFA, anche se in livelli diversi)
Le richieste di riconoscimento di attività libere al fine dell’ottenimento di crediti per attività a scelta dello studente, di norma possono essere prese in considerazione quando le attività in parola sono state svolte nel medesimo anno accademico per cui si chiede il riconoscimento CFA.
 
Profilo del corso di studio
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in DIDATTICA DELLA MUSICA gli studenti avranno acquisito competenze didattico pedagogiche, psicologiche, antropologiche e metodologiche musicali funzionali alla realizzazione concreta della propria personalità artistica ed elevato livello professionale che consenta loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici; una piena padronanza degli strumenti pedagogici e psicologici fondamentali, delle principali tecniche strumentali e vocali finalizzate alla didattica, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti; capacità di comporre musiche in vari ambiti, stili e con una cifra distintiva e personale, nonché di sviluppare ulteriormente autonomamente le proprie inclinazioni finalizzandole all’ambito didattico; di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per sviluppare le attitudini artistiche musicali degli studenti; di operare creativamente anche utilizzando le nuove tecnologie; di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici e didattici; di intraprendere in modo organizzato progetti artistici e didattici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche, del mondo produttivo o della scuola.  
Sbocchi occupazionali
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti: - operatore musicale nell'ambito di iniziative relative alla propedeuticità alla musica e allo studio dello strumento - accesso a concorsi abilitanti per l'insegnamento delle discipline musicali nella scuola primaria e secondaria (il percorso formativo è strutturato in modo da consentire il conseguimento dei 24 CFA necessari per l'accesso al concorso a cattedra per le seguenti discipline: A - 29 (musica negli istituti di istruzione secondaria di II grado); A - 30 (musica negli istituti di istruzione secondaria di I grado); A - 53 (Storiadella musica); A -55 (strumento musicale nella scuola secondaria di II grado); A -56 (strumento musicale nella scuola secondaria di I grado); A - 63 (Tecnologie musicali); A -64 (Teoria, analisi e composizione).  
Tipologia e modalità prova finale
La prova finale è costituita da una parte interpretativa-esecutiva svolta nell'indirizzo caratterizzante del corso di studi e dalla discussione di un elaborato di adeguato valore artistico-scientifico.


La parte interpretative-esecutiva consisterà in un programma di 20/30 minuti a scelta del candidato, di livello non inferiore al primo anno di biennio dello strumento/voce relativo.


Per almeno un terzo della durata il programma dovrà includere brani non presentati in esami precedenti.


Sono ammesse anche formazioni cameristiche purchè il candidato abbia in esse un ruolo principale.  
Tipologia e modalità
prova finale (inglese)
The final test consists of an interpretative-executive part carried out in the characterizing direction of the course of study and by the discussion of a paper of adequate artistic-scientific value.


The interpretative-executive part will consist of a 20/30 minute program chosen by the candidate, of a level not less than the first year of the two-year period of the relative instrument / item.


For at least one third of the duration, the program must include pieces not presented in previous exams.


Chamber ensembles are also admitted provided that the candidate has a main role in them.  
Crediti prova finale
9  
Scala della media ponderata
110  
Creazione
05/03/2020  
Ultimo aggiornamento
22/07/2020