Corso CLARINETTO STORICO (biennio)

Pannello di gestione del corso per l'A.A. 2020/2021

Nome inglese
HISTORICAL CLARINET  
DCPL
13  
Dipartimento
Fiati  
Descrizione
Il piano di studi costituisce un importante occasione di perfezionamento e approfondimento ed è stato elaborato per favorire il miglioramento delle
capacità strumentali, l’allargamento del repertorio e l’estensione delle conoscenze e competenze pratiche e culturali degli studenti. Il corso si prefigge lo scopo di fornire conoscenze avanzate nel campo dell’interpretazione di tutto il repertorio barocco, classico, romantico e tardo romantico, preromantico dei vari tipi di clarinetto e con criteri di autenticità interpretativa, offrendo la possibilità di acquisire quelle ulteriori capacità specifiche che, in vista di un inserimento nel mondo del lavoro, sono oggi sempre più spesso richieste. Coloro che conseguiranno il titolo finale diventeranno figure professionali in possesso di una formazione che consente di accedere al mondo del lavoro con una preparazione specifica nell’ambito del repertorio, della storia, dell’organologia dello strumento in oggetto, della ricerca musicologica e della prassi esecutiva della musica antica in generale  
Direttore Corso
Prof. Luigi Podda  
Durata
2 anni  
Requisiti di ammissione
Per essere ammessi ad un corso di diploma accademico di secondo livello è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione uno dei titoli elencati di seguito:
- diploma di conservatorio dell’ordinamento previgente (congiuntamente al diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo)
- diploma accademico di primo livello
- titolo accademico di primo livello conseguito all’estero
- laurea dell’ordinamento previgente
- laurea triennale
- laurea conseguita all’estero.
È ammessa l’immatricolazione con riserva se il titolo richiesto sarà conseguito entro l’ultima sessione dell’anno accademico precedente a quello di immatricolazione.  
Requisiti di ammissione (inglese)
To be admitted to a second-level academic diploma course, one of the qualifications listed below must be possessed upon enrollment:
- diploma of conservatory of the previous system (together with the diploma of upper secondary school or another qualification obtained abroad and recognized as suitable)
- first level academic diploma
- first level academic qualification obtained abroad
- degree of the previous system
- three-year degree
- degree obtained abroad.
Enrollment is allowed with reserve if the required qualification will be achieved within the last session of the academic year preceding that of enrollment.

 
Modalità esame di selezione
Esecuzione di un programma libero della durata approssimativa di 15 minuti di media difficoltà tecnica che comprenda composizioni di almeno tre stili e/o epoche diverse.  
Debiti attribuibili
Agli studenti che siano in possesso di diplomi di I livello o lauree diverse dallo strumento richiesto saranno verificate all’esame di ammissione, oltre alle capacità tecnico-esecutive, un’adeguata preparazione nelle materie oggetto di studio dei trienni di I livello. Potranno pertanto essere attribuiti debiti formativi.  
Obiettivi formativi
Al conseguimento del titolo i Diplomati Accademici di II livello in CLARINETTO STORICO hanno sviluppato:personalità artistica ed elevato livello professionale che consente loro di realizzare ed esprimere i propri concetti artistici;approfondita conoscenza di stili, prassi e tecniche strumentali/interpretative e della trattatistica ad essi relativa, delrepertorio rinascimentale, barocco e classico, tale da consentire loro di prodursi in una vasta gamma di contesti differenti;buona conoscenza delle tecniche compositive, delle forme e della semiografia musicale del periodo rinascimentale,barocco e classico; buona conoscenza delle caratterizzazioni organologiche degli strumenti musicali fino al periodoclassico; capacità: di interpretare con una cifra distintiva e personale musiche del repertorio rinascimentale, barocco eclassico; di fornire adeguatamente il proprio apporto con professionalità artistica sia in qualità di solista, sia informazioni dinsieme e orchestrali; di sviluppare ulteriormente e autonomamente le proprie tendenze estetiche in unaparticolare area di specializzazione; di relazionare le conoscenze con abilità pratiche per rafforzare il proprio sviluppoartistico; di rappresentare per iscritto come verbalmente i propri concetti artistici; di intraprendere in modoorganizzato progetti artistici in contesti nuovi o sconosciuti, anche in staff con esperti di altre aree artistiche, nel contestodel teatro musicale o del mondo produttivo  
Modalità di riconoscimento
dell'apprendimento pregresso
Non possono essere ammesse, al fine del riconoscimento di crediti formativi accademici (CFA), attività svolte in livelli diversi rispetto quello per cui si chiede il riconoscimento. Per esempio, le attività svolte nei corsi della fascia pre-accademica, non possono essere riconosciute come crediti per chi frequenta il triennio di primo livello. Analogamente, le attività (corsi, laboratori etc.) svolte nel Triennio, non possono essere riconosciute come crediti al Biennio di secondo livello.
La frequenza a discipline previste per il biennio ma disponibili anche come Corsi singoli e quindi aperte alla frequenza di studenti del triennio, non possono produrre una duplice assegnazione di CFA (p. es. “Fondamenti di Storia e Tecnologia dello strumento” è una disciplina che, sebbene prevista nel Biennio, è aperta alla frequenza di studenti del triennio. Se per tale frequenza viene richiesta, da parte dello studente del triennio l’assegnazione di CFA per attività libere a scelta dello studente, lo studente medesimo non potrà, una volta iscritto al biennio, richiedere il riconoscimento della frequenza svolta. In buona sostanza, la frequenza ad una disciplina non può generare per due volte il riconoscimento di CFA, anche se in livelli diversi)
Le richieste di riconoscimento di attività libere al fine dell’ottenimento di crediti per attività a scelta dello studente, di norma possono essere prese in considerazione quando le attività in parola sono state svolte nel medesimo anno accademico per cui si chiede il riconoscimento CFA.
 
Profilo del corso di studio
Il piano di studi costituisce un importante occasione di perfezionamento e approfondimento ed è stato elaborato per favorire il miglioramento delle
capacità strumentali, l’allargamento del repertorio e l’estensione delle conoscenze e competenze pratiche e culturali degli studenti. Il corso si prefigge lo scopo di fornire conoscenze avanzate nel campo dell’interpretazione di tutto il repertorio barocco, classico, romantico e tardo romantico, preromantico dei vari tipi di clarinetto e con criteri di autenticità interpretativa, offrendo la possibilità di acquisire quelle ulteriori capacità specifiche che, in vista di un inserimento nel mondo del lavoro, sono oggi sempre più spesso richieste. Coloro che conseguiranno il titolo finale diventeranno figure professionali in possesso di una formazione che consente di accedere al mondo del lavoro con una preparazione specifica nell’ambito del repertorio, della storia, dell’organologia dello strumento in oggetto, della ricerca musicologica e della prassi esecutiva della musica antica in generale  
Sbocchi occupazionali
Il corso offre allo studente possibilità di impiego nei seguenti ambiti:
- Strumentista solista
- Strumentista in gruppi dacamera
- Strumentista in formazioni orchestrali
- Strumentista in formazioni orchestrali per il teatro musicale  
Tipologia e modalità prova finale
Recital di 40 minuti circa sul repertorio del clarinetto storico e strumenti affini di varie epoche.

Discussione di una Tesi collegata al recital strumentale presentato.  
Crediti prova finale
9  
Scala della media ponderata
110  
Creazione
05/03/2020  
Ultimo aggiornamento
22/07/2020